martedì 7 aprile 2015

Twitter lancia Curator, la nuova app in stile Storify

Il tool permette di raccogliere tweet e Vine per uno specifico argomento e metterli in ordine per raccontare una storia

Molti conoscono Storify. E’ uno strumento che permette di mettere in ordine il materiale presente su piattaforme come Facebook, Twitter, Instagram, Flickr e Youtube riguardo ad uno specifico argomento, e presentarlo come una storia multimediale. Semplice da usare ed elegante alla vista, Storify è tutto nel proprio motto: “Make the web tell a story”.
Ebbene, a quanto pare Twitter gli ha dichiarato guerra. Lo ha fatto presentando Curator , un tool per molti aspetti simile. Innanzitutto, Curator permette di effettuare ricerche molto più precise e dettagliate. Oltre a quella per hashtag, infatti, è possibile selezionare i tweet per geolocalizzazione, numero di parole o tipo di smartphone utilizzato. Oltre ai tweet, è possibile cercare anche Vine, ovvero i diffusissimi video da sei secondi caricati tramite l’omonima app. A questo punto, un po’ come Storify anche Curator permette di mettere in ordine i contenuti trovati, scegliendo tra diversi criteri, e pubblicare il tutto.
Infine, la app consente l’accesso ad analytics più dettagliate, che permettono di analizzare in tempo reale tendenze e conversazioni e, nelle intenzioni degli sviluppatori, capire quali argomenti diventeranno virali prima che la massa se ne accorga (e poterne quindi parlare per primi).
Curator dovrebbe anche permettere una maggiore diffusione dei tweet tra coloro che non usano Twitter. Sempre più spesso, infatti, i contenuti del social dei cinguettii vengono mostrati su altre piattaforme, on line e off line: la nuova app dovrebbe essere un buon modo per incrementare questa tendenza.
Insomma, pare che i motivi per provare il nuovo tool non manchino. Non resta che mettersi all’opera, creare la storia che riguarda la propria attività o la propria struttura, e pubblicare il tutto su Curator.