lunedì 9 novembre 2015

Bicitalia, il portale dei migliori percorsi ciclabili

Dedicato agli amanti del cicloturismo, offre una selezione di “ciclovie di qualità”, info e mappe, oltre ad un elenco di strutture ricettive per ciclisti

Siete ciclisti incalliti e state pianificando di pedalare lungo l’Italia intera, dal Brennero a Santa Teresa di Gallura? O più semplicemente siete cicloamatori della domenica, che non disdegnano una piacevole pedalata, purché non sia nulla di troppo faticoso e soprattutto si concluda con le gambe sotto ad una buona tavola? Niente paura, Bicitalia è ciò che fa per voi in entrambi i casi.
Inserito nel grande Eurovelo, la rete ciclabile europea, Bicitalia offre 18.000 chilometri di percorsi, corredati di mappe, link utili, informazioni, nonché una selezione di oltre 2000 strutture ricettive italiane (hotel ma anche agriturismo, B&B, rifugi montani e campeggi) che offrono un’accoglienza particolare ai ciclisti.
I percorsi catalogati come “ciclovie di qualità” sono itinerari che si snodano quasi interamente su pista ciclabile e che si distinguono per bellezza del paesaggio, sicurezza e servizi offerti al di sopra della media. Ma si può scegliere il percorso che fa per noi anche secondo aree tematiche, come greenways, città d’arte della Pianura Padana e ciclovie lungo ex ferrovie. Ecco l’elenco degli itinerari:

  • Ciclopista del Sole (dal Brennero a Santa Teresa di Gallura) – L’Italia in bicicletta dal Brennero alle isole, sulla greenway nazionale
  • Ciclovia del Po (dalla sorgente al delta) – Paesaggi di pianura, lungo le sponde del grande fiume
  • Ciclovia Francigena (da Como a Brindisi) – Francigena e varianti storiche, fino a Roma e oltre
  • Le Ciclovie dei Fiumi del Triveneto (percorsi lungo il corso dei fiumi Adige, Brenta, Livenza, Sile, Piave, Tagliamento e Isonzo) – Tra ferrovie dismesse e corsi d’acqua, il Nordest modello Asburgo
  • Ciclovia Romea (da Tarvisio a Roma) – Verso la capitale sulle strade dimenticate dell’impero
  • Ciclovia Adriatica – Da Trieste a Santa Maria di Leuca, con lo sguardo sempre sul mare
  • Ciclovia Romagna Versilia (da Rimini a Viareggio) – Da un ombrellone all’altro, attraverso i silenzi d’Appennino
  • Ciclovia Conero Argentario – Tra due promontori, passando per il cuore verde d’Italia
  • Ciclovia Salaria (dalla capitale a San Benedetto del Tronto) – Da Roma all’Adriatico sulle tracce della consolare romana
  • Ciclovia dei Borboni (da Bari a Napoli) – Un lento viaggio nel tempo tra le civiltà del Mezzogiorno
  • Ciclovia degli Appennini (dal Colle di Cadibona a Reggio Calabria) – Una lunga danza a saliscendi sulla dorsale d’Italia
  • Ciclovia Pedemontana Alpina (da Trieste a Savona) – Tra laghi e colline, affacciati sulla balconata del Nord
  • Ciclovia dei Tratturi (da Vasto a Gaeta) – Traversata Est-Ovest sulle antiche rotte della transumanza
  • Ciclovia dei Tre Mari (da Otranto a Sapri) – Approdi del Mediterraneo in rete, un modello per l’Europa
  • Ciclovia Svizzera Mare (da Locarno a Ventimiglia) – Traversata a Nord-Ovest, dal cantone alla riviera
  • Ciclovia Tirrenica (da Verona alla capitale) – Alla conquista di Roma oltre le terre degli Etruschi
  • Ciclovia dell’Adda (dallo Stelvio a Cremona) – Paesaggi manzoniani e il genio di Leonardo attraverso la Lombardia d’acqua
  • Fano Grosseto – Sulle strade dove il paesaggio è diventato arte

Il cicloturismo è considerato un settore in crescita (e, al suo interno, lo è ancora di più quello delle biciclette apedalata assistita in tutta Europa: è davvero il caso di restare al passo.