lunedì 25 gennaio 2016

La Local Search: come consolidarla e renderla vincente

In ambito mobile, la geolocalizzazione riveste un ruolo determinante. Alcune dritte per farsi trovare dagli utenti che effettuano ricerche geolocalizzate

E’ lo stesso Google a dircelo: in futuro, i risultati locali avranno un peso sempre maggiore all’interno dell’algoritmo che regola le SERP. Meglio farsi trovare preparati, quindi. Già, ma come?
Un primo suggerimento, che può apparire banale ma non lo è, consiste nell’accertarsi di avere le stesse coordinate di geolocalizzazione su tutti i profili web: indirizzo completo, numero civico, recapito telefonico e coordinate gps devono essere non solo corretti, ma identici in tutto e per tutto. La local search ne beneficerà.
E’ bene poi specificare, nella descrizione dell’attività, la località in cui si trova (ad es. nome hotel+località). Un piccolo accorgimento che può fare la differenza.
Siccome repetita iuvant, ecco poi la regola aurea: avere un sito aziendale ottimizzato per la navigazione da mobile. Occorre ricordare infatti che l’algoritmo di Google ne tiene conto per l’organizzazione dei risultati di ricerca, se chi l’ha effettuata utilizzava proprio un dispositivo mobile.
Può essere utile, inoltre, investire un piccolo budget nella paid search, ovvero nelle inserzioni a pagamento, puntando tutto sulle visualizzazioni locali. Diversi studi indicano infatti per il 2016 un aumento delle visite da inserzioni a pagamento.

Non dimenticare, infine, di monitorare l’andamento delle visualizzazioni tramite la Google Analytics.